2012 - LeoB

Vai ai contenuti

Menu principale:

2012

storie e racconti > Mauro Tinti
Puoi ascoltare il racconto letto da Mauro cliccando su PLAY nel video qui sotto
Che gioia e che noia esser nati e vissuti a Cavezzo, paese della bassa modenese, noto per la sua industria del mobile, per i suoi falegnami che nei decenni scorsi hanno dato lustro a questo borgo, mio padre era uno di questi, mi ricordo la sua precisione certosina nei dettagli degli usci, delle finestre, nelle sue rifiniture artistiche, poi ai mobilieri son seguiti i magliai, poi coloro che hanno lavorato e lavorano nel settore del biomedicale, della vicina Mirandola, insomma un paese in cui il livello di lavoro e di benessere è sempre stato notevole e si è accresciuto negli anni.... ma ora mi rivedo fanciullo, adolescente, mentre dopo la scuola girovagavo con la bicicletta, a mani libere, per il centro di Cavezzo... o mentre di buon mattino il nostro professore di ginnastica ci faceva correre per la pista dello stadio, per alcuni giri di riscaldamento, su quella pista su cui anche il mitico Coppi, forse, aveva corso.... e quando mi innamorai di quella ragazzina alla quale inviavo ardenti lettere d'amore, magari vergognandomi se l'incontravo per strada, arrossendo e bisbigliando stralci di saluto... e le feste dei giochi di quartiere, ove noi di Disvetro, della periferia, stentavamo a vincere contro i campioni del centro, dal garu, come si dice qua... e quei giochi estenuanti con le palle di neve, davanti alla chiesa... ed io tornavo fradicio a casa e non osavo nemmeno incontrare mia madre, che però puntualmente sen'accorgeva, dicendomi "Non andrai piu' davanti alla chiesa di Cavezzo, per tornare a casa ridotto così,,,," e quei ragazzini del centro che le prime volte mi bistrattavano, divennero negli anni miei amici intimi per sempre...e quel calcio che diedero alla mia bicicletta divenne poi una carezza affettuosa, un rincorrersi per le vie del centro, per parlare dei nostri problemi di adolescenti e poi, di uomini maturi.... e noi cavezzesi, con gli anni sulle spalle, non tanti, ma neppure fanciulli, spesso ci troviamo la sera, su alcune panchine, a discutere, scherzare, rinnovellare antichi aneddoti, passate e recenti passioni, sconfitte e trionfi nella vita...

Nella pianura ove un lembo sottile di nebbia pare avvolgere sempre tutto, dove l'afa si alterna al gelo, dove la noia si insinua tra le gioie minuscole della vita quotidiana, ecco, imprevisto, imprevedibile, irrompe l'assurdo, un boato incredibile e lancinante, un sussulto terribile di tutto ciò che vedi... 29 maggio 2012... i palazzi col terremoto si sgretolano, le pietre cedono, come divorate e richiamate negli inferi da una forza onnivora, gli animi si schiantano, una nebbia impenetrabile di polvere e di calcinacci che piombano al suolo invade la pianura.... tutto trema e pare vorticosamente ballare come nel luna park della mia infanzia, nella stessa piazza in cui da adolescente saltavo da una giostra all'altra... le urla si sovrappongono alle urla, in un crescendo intollerabile, l'istinto di sopravvivenza si manifesta in fughe disperate.... come se all'improvvisa e prematura apocalisse non ci fosse scampo se non nella fortuna individuale... ed ora, siamo qua, davanti alle tante macerie, ai monconi di case e palazzi squarciati, senza parole, con la forza però di chi accasciato, vuole comunque rialzarsi in piedi dopo una orribile tragedia, ma, con tutta la più buona volontà, sente, almeno all'inizio, che è difficilissimo farcela da soli.
I contenuti presenti sul sito "www.leob.it" non possono essere riprodotti e/o copiati in qualsiasi modo e su qualsiasi media, neanche parzialmente, senza la preventiva autorizzazione dei legittimi proprietari dei diritti d’autore, riproduzione o sfruttamento, indipendentemente dalle finalità di lucro.
L’autorizzazione va chiesta per iscritto via posta elettronica e si ritiene accettata soltanto con un preciso assenso scritto del proprietario dei diritti d’autore/riproduzione/sfruttamento. Una eventuale mancata risposta alla richiesta non dà luogo ad alcuna autorizzazione.
Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dalla vigente normativa in materia di tutela dei diritti d’autore.
Torna ai contenuti | Torna al menu