Cianfrusaglie - LeoB

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cianfrusaglie

storie e racconti > Mauro Tinti
In quel momento
In quel momento nulla mi potrà salvare, nulla mi potrà consolare, nulla mi potrà allettare, nulla potrà rinviare di un attimo il mio transito ed anche pensarci ora non serve a nulla, perchè tutto sarà diverso da come penso
Contraddizioni
Persino le donne all'apparenza piu' affascinanti hanno dettagli sgradevoli, le persone piu' colte hanno lacune mostruose, quelli piu' intelligenti li vedi scivolare su cose insignificanti, quelle che paiono piu' disinteressate nascondono vizi e cupidigie inenarrabili, magari un vecchio all'apparenza solo stolto, sempliciotto, da tutti evitato, ha dentro di sè perle incredibili di saggezza
Noia
La sensazione di noia, di mancanza di qualsiasi volontà ti impedisce di toglierti la vita, ma anche di vivere
Mio figlio
Domani mio figlio, creatura straordinaria, compie 21 anni, saremo a Perugia alla mostra del Pinturicchio, per festeggiarlo. Studia psicologia a Cesena, ha fatto il liceo classico, è un profondo conoscitore di ogni sorta di musica e suona con amici in un complesso locale, alto, magro, capelli lunghissimi e barba, schivo, taciturno, al contrario del padre, spesso ne modera gli eccessi, anche solo con uno sguardo. Fin da piccolo è stato un adulto, nel senso che il distacco con cui affronta le cose lo vorrei aver io. Ha letto di tutto, ora è molto, sin troppo dedito alla musica, ha tantissimi amici e amiche, del computer è profondo conoscitore, nella vita è scettico e cinico quanto basta, politicamente non schierato anche se nei suoi discorsi si coglie bene il suo orientamento, non usa mai toni estremistici, è assai pacato, ha molte doti che io non ho. Per me, ma non solo per me, è una creatura straordinaria e lo dico non solo e non tanto perchè ne sono il padre, quelli che lo conoscono son certo ne abbiano la stessa considerazione
Disco rotto
Per lunghi periodi la mia mente non sa che ripropormi le stesse idee di cui peraltro farei volentieri a meno
Inosservato
Nessuno tollera di passare inosservato, specie coloro che sono soliti mostrare il peggio di sè, poichè non hanno di meglio da far vedere
Idee ossessive
Come se fosse un disco rotto, per molto tempo il mio maggior pensiero è stato rappresentato da alcune idee fisse, di ordine economico, esistenziale, lavorativo, che puntualmente, come parassiti, si impossessano della mia mente ed ogni sforzo per cacciarle è stato vano, finchè non ne subentravano altre, magari legate ad eventi nuovi che mi accadevano, riuscivo in ogni modo a placare l'animo se prevaleva alla fine l'idea che comunque ce l'avrei fatta a superare le difficoltà
Quanti giorni
Quanti giorni trascorsi nella noia, nell'apatia, nella indifferenza, insulsi, portati a termine per inerzia, come un sacco pesante da scaricare appena possibile, eppure son giorni persi irrimediabilmente, come fossero risorse sprecate o denari scialacquati, di cio' non potro' mai farmi una ragione, dovro' comunque rassegnarmi e in ogni modo il momento della fine non cambia, posso solo ripromettermi di utilizzare al meglio quel che mi resta di tempo
Italiano
L'italiano letterario è un'ottima lingua, quello che invece si usa  nella vita quotidiana è orrendo, non lo uso quasi mai
Dialetto
In casa nostra si è sempre parlato il dialetto, una parola italiana veniva letta come una presa in giro, uno scherno, una offesa, detta magari in tono sarcastico. Il dialetto, come il latino, in pochissime parole dice tutto, l'italiano è ridondante, retorico, non essenziale, fondamentalmente una lingua di supporto che rimarrà nei testi letterari, ma non certo nell'uso quotidiano, tanto piu' che già ora è mescolata con altre lingue, minoritaria, sovvertita nella sua struttura
Senso pratico
Come senso pratico ho sempre brillato per la mia insufficienza, già alle medie in una materia come educazione tecnica compivo veri obbrobbri, il professore mi guardava in modo cupo, sapendo dei miei successi nelle altre materie, per quanto mi sforzassi apparivo sempre piu' goffo ed incapace di usare strumenti semplici o di lavorar col legno compensato, i miei compagni, impietositisi, spesso mi aiutavano in questa materia, mentre io insegnavo loro le coniugazioni latine
Mai cosi' bene
Non sto mai così bene come quando penso agli altri
Farsene una ragione
Farsene una ragione per soldi persi irrimediabilmente è difficilissimo, certo vi son cose peggiori come un lutto o una disgrazia, se non altro, le capacità lavorative e di salute che ho sono, penso, notevolissime, molto maggiori dei soldi persi e questo è senz'altro un sollievo, certo ci vorranno anni perchè io, e non solo, mi possa riprender, dal punto di vista economico. Cio' incide discretamente sulla mia serenità che è poco sopra la sufficienza
Il lavoro aumenta la serenità
Lavorando, aumenta la serenità, sia per l'impegno mentale profuso, che non puo' esser distratto da motivazioni extralavorative, sia perchè mi rendo conto  che i miei problemi sono poca cosa rispetto a quelli  altrui
Può solo andarmi meglio
Da anni non ero così povero, può solo andarmi meglio, così spero.
Tutt'al più morirò povero come sono nato . . . . . . . ma morirò
Cose nostre
Il render pubbliche vicende private puo' sembrar discutibile ma cio' che importa è, in primo luogo, cio' che a noi stessi importa. Anche nelle discussioni e nei dibattiti tra le persone accade sempre che, mentre uno parla del suo caso, l'altro l'interrompa per dire in pratica che il suo caso è piu' importante, piu' serio, piu' complesso. In realtà cio' che importa è cio' che ad ognuno di noi importa
Nebbia padana
Ci si alza al mattino e l'atmosfera è irreale, un muro biancastro, indistinto, vi si presenta davanti, in ogni senso dello spazio, senza che voi possiate fare, dire, pensare nulla, tanto la vostra mente rimane bloccata e la vostra vita quotidiana risulta totalmente alterata
Ciò che ci piace
Ciò che andiamo a leggere, studiare, dissotterrare, cercar disperatamente è soltanto ciò che ci piace, la nostra mente ama eser gratificata, come pure il nostro corpo. Leggiamo i giornali che abbiamo appreso sostener le nostre tesi, facciamo fatica enorme ad ammettere che i nostri avversari politici abbiano, anche su una questione marginale, un punto di ragione
Testa sotto la sabbia
Per sopravvivere, non nascondo che sovente nascondo la testa sotto la sabbia, perchè altrimenti accumulerei solo rabbia e senso di impotenza, diminuendo la mia serenità interiore e la mia autostima.
Non posso continuar a star male come singolo, di fronte al crollo delle borse, alla distruzione dell'Amazzonia, al governo degli avversari.... Devo sopravvivere e lavorare ancora molto, con un minimo di serenità e forza interiore, che mi verrebbero subito defalcate se continuassi a prender di petto le sventure del mondo
I contenuti presenti sul sito "www.leob.it" non possono essere riprodotti e/o copiati in qualsiasi modo e su qualsiasi media, neanche parzialmente, senza la preventiva autorizzazione dei legittimi proprietari dei diritti d’autore, riproduzione o sfruttamento, indipendentemente dalle finalità di lucro.
L’autorizzazione va chiesta per iscritto via posta elettronica e si ritiene accettata soltanto con un preciso assenso scritto del proprietario dei diritti d’autore/riproduzione/sfruttamento. Una eventuale mancata risposta alla richiesta non dà luogo ad alcuna autorizzazione.
Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dalla vigente normativa in materia di tutela dei diritti d’autore.
Torna ai contenuti | Torna al menu