Si vola - LeoB

Vai ai contenuti

Menu principale:

Si vola

storie e racconti > Ugo Belloni
Si vola ...1976

Mi serviva un posto, un luogo dove rifugiarmi, isolarmi dalla vita  terrena  e spaziare.... salii nel punto piu alto della casa, una soffitta spoglia, bassa e in cui dovevi inginocchiarti per accederci... quella  diventò, per la mia adolescenza, la piu fantastica località turistica, la più fantastica salagiochi del mondo... in quella soffitta ho scoperto di poter piangere ascoltando la chitarra di Gilmor in "Comfortably numb", ho scoperto il sentimento di Patty Smith per Frederik, ho scoperto la disperazione di Waters per la mancanza del padre, ho capito cosa significa ascoltare "You realy got me" con l'amplificatore a fine corsa e le casse acustiche impazzite dal godimento per ciò che stavano facendo... eravamo un tuttuno.... produttori di pelled'oca in quantita' industriale.
Volevo percepire e provare ciò che l'artista mi voleva trasmettere attraverso la sua opera.
Quella soffitta era la macchina della verità, in quella assoluta, buia e ovattata solitudine il disco mi avrebbe parlato, si sarebbe confessato.... avrebbe vuotato il sacco; la paura di volare di Richard Wright nella sua "great gig in the sky" o l'invito di Vasco a giocartela.... giocala... fottitene...,  i voli con Mike Oldfield attraverso le tempeste..... mi dettavano i tempi di vita, gli umori, l'adrenalina, le palpitazioni.
Gianni Togni mi parlava di attimi, di un giorno come tanti e il perchè stiamo qui a guardare mentre vanno via; ma in fondo la vita è tutto un equilibrio sopra la follia.... sopra la follia.... no?

però, come un portiere d'albergo,
alla fine di ogni "giornata ", arrivavano loro....
sempre e sempre a dirmi ....
" vorrei che tu fossi qui "
I contenuti presenti sul sito "www.leob.it" non possono essere riprodotti e/o copiati in qualsiasi modo e su qualsiasi media, neanche parzialmente, senza la preventiva autorizzazione dei legittimi proprietari dei diritti d’autore, riproduzione o sfruttamento, indipendentemente dalle finalità di lucro.
L’autorizzazione va chiesta per iscritto via posta elettronica e si ritiene accettata soltanto con un preciso assenso scritto del proprietario dei diritti d’autore/riproduzione/sfruttamento. Una eventuale mancata risposta alla richiesta non dà luogo ad alcuna autorizzazione.
Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dalla vigente normativa in materia di tutela dei diritti d’autore.
Torna ai contenuti | Torna al menu